bere acqua fresca dal condizionatore auto

Bere acqua fresca dal condizionatore dell’auto: l’ultima novità

26 Ott , 2016  

Immaginiamo la scena: imbottigliati nel traffico ad agosto, caldo torrido e classica coda autostradale da esodo estivo, assetati premiamo un pulsante e un erogatore all’interno dell’abitacolo della nostra auto spilla acqua fresca pronta da bere. Non si tratta di una visione dovuta alle alte temperature, ma di un progetto che potrebbe essere realtà a breve.

On-The-Go H2O, il sistema sviluppato da Doug Martin e John Rollinger, due ingegneri della celebre casa automobilistica Ford, rivoluzionerà il settore della produzione e del commercio delle autovetture.

Il brevetto si basa sullo sfruttamento del sistema di condizionamento delle autovetture al fine di trasformare, in qualsiasi momento, l’umidità prodotta in acqua potabile fresca.

Un’idea tecnologica ed ecosostenibile

L’idea che ha ispirato lo sviluppo del prototipo nasce da un cartellone pubblicitario dal quale Doug Martin fu attirato durante una vacanza in Perù: “catturare l’umidità dell’aria per trasformarla in acqua potabile”, recitava la campagna pubblicitaria.

Così come per lo spot peruviano, anche le intenzioni di Martin sono fondate sul principio di ecosostenibilità per cui l’acqua è un bene prezioso che va salvaguardato e per questo non bisogna sprecarla. Pensiamo a tutte quelle zone del mondo in cui l’acqua scarseggia, come le zone desertiche, nelle quali l’invenzione potrebbe migliorare la qualità della vita economica e sociale (minore importazione di acqua significa minor inquinamento e, allo stesso tempo, maggiore risparmio economico).

Come funziona

La particolarità del funzionamento di On-The-Go H2O consiste nella sua semplicità: l’acqua generata dalla condensazione all’interno dell’impianto di raffreddamento del veicolo viene iniettata in un sistema di filtraggio (anziché essere scaricata a terra) per essere purificata e successivamente raccolta in una vaschetta. A questo punto, potrà essere erogata da un rubinetto alloggiato dietro il cambio.

Questo sistema, considerato il normale uso del condizionatore, può produrre fino a due litri di acqua potabile all’ora: una notevole quantità, se si pensa anche alla possibilità di imbottigliarla e utilizzarla in un secondo momento.

Quando arriverà sulle nostre auto?

Il sistema On-The-Go H2O potrebbe già essere adottato nelle autovetture di prossima produzione; tuttavia non è ancora chiaro se Ford intenderà investire immediatamente sul progetto o se preferirà approfondire con ulteriori ricerche prima di introdurlo nel mercato, data l’ulteriore possibilità di sfruttare il calore del motore per produrre acqua calda invece che fredda.

Non ci resta altro che rimanere sintonizzati e attendere gli sviluppi!

Condividi
Share on FacebookTweet about this on Twitter

Curiosità

, , , ,


Ci trovi anche su
Linear Assicurazioni, società di Unipol Gruppo Finanziario S.p.A., P.IVA 04260280377