Rodaggio auto: cos’è, quanto dura e come farlo?

4 Nov , 2019  

Per mantenere performante una vettura il rodaggio del motore è senz’altro importante, assieme ad altri interventi di manutenzione mirati. Ecco cosa vi consigliamo di fare.

Appena acquistata un’auto nuova il periodo di rodaggio durante i primi km è molto importante per consentire che le componenti meccaniche possano durare a lungo nel corso degli anni.

Grazie al progresso tecnologico e ai nuovi materiali, le vetture di oggi richiedono minori accorgimenti rispetto al passato nella fase di rodaggio; ma per ottimizzarne la qualità delle prestazioni è consigliabile seguire alcune regole fondamentali.

Di cosa si tratta e cosa intendiamo per tolleranza di assemblaggio

Accorgimenti da seguire per ottimizzare le performance dell’auto

Estensione chilometrica e differenze tra auto alimentate a benzina o diesel

Evitare malfunzionamenti, assicurare l’affidabilità e ottimizzare i consumi


Cos’è il rodaggio auto?

Il periodo di rodaggio prevede l’utilizzo dell’auto nuova senza spingerla a pieno regime, seguendo alcuni accorgimenti per ottimizzarne l’assestamento delle parti meccaniche di movimento, e di conseguenza il livello delle prestazioni.

Una tecnica di utilizzo controllato per raggiungere quella che è definita tolleranza di assemblaggio, ossia la massima affidabilità delle componenti meccaniche del veicolo, avendone particolare cura per evitare problemi al motore in futuro.

Perciò durante il rodaggio vi sconsigliamo di spingere la macchina a regimi di rotazione elevati o troppo bassi. Vi è infatti la necessità di collaudare gli attriti controllati che garantiscano l’assestamento delle varie componenti in movimento.

Come si fa il rodaggio auto?

Vi sono alcuni semplici accorgimenti da seguire per un rodaggio auto eseguito correttamente che riguardano soprattutto l’accelerazione, cambi di marcia, pneumatici e frizione.

Appena vi siete messi alla guida dovete scaldare il motore per qualche minuto, soprattutto nei periodi invernali e quando la macchina è ferma da molto tempo, così da consentire al lubrificante di circolare correttamente.

Evitate di spingere la macchina su prestazioni elevate e fate particolare attenzione a inserire la marcia adeguata al tipo di pendenza sulla quale state viaggiando, utilizzando la frizione in modo graduale. E’ utile verificare la pressione delle ruote per facilitare l’aderenza ottimale sul fondo stradale e di conseguenza l’appropriato utilizzo dei rapporti.

Evitate le frenate lunghe che surriscaldano le pasticche dei freni e fate affidamento sul freno motore e la corretta scalata di marcia. Sostituite il liquido negli intervalli consigliati per raggiungere l’assestamento ideale delle pastiglie con i dischi.

Quando le condizioni di viabilità lo consentono variate la velocità in modo che i pezzi meccanici in movimento, tra cui bronzine, cuscinetti e fasce elastiche, si assestino favorendone l’elasticità.

Il cambio di marcia deve avvenire senza strappi, in maniera graduale, senza andare fuori giri, mantenendo una misurata erogazione del gas specialmente quando un’auto è nuova e alcuni rapporti potrebbero ingranare con scarsa fluidità.

Attenzione agli pneumatici soprattutto per i primi 200/300 km, viaggiando a velocità moderata ed evitando accelerazioni repentine o frenate troppo brusche, in modo che le gomme si adattino, ottimizzando i consumi.

Anche il condizionatore andrebbe utilizzato con moderazione, soprattutto con l’auto a carico pieno, almeno all’inizio del ciclo di vita di una macchina su strada.

 Quanto dura il rodaggio dell’auto

Generalmente si ritiene che il periodo di rodaggio debba estendersi dai 1.000 ai 3.000 km. La durata del rodaggio varia in relazione al tipo di alimentazione della macchina. Per un motore a benzina è suggerito un rodaggio per i primi 1.000 chilometri. Per quelli alimentati diesel consigliamo una durata maggiore pari a 3.000 chilometri perché le macchine diesel necessitano di un assestamento più lungo delle parti in movimento.

Molti automobilisti durante la fase di rodaggio hanno la sensazione di guidare un’auto con un motore limitato, legato, ma col trascorrere del tempo le performance migliorano e tutti il sistema degli ingranaggi funziona meglio. I consumi potrebbero attestarsi su livelli superiori agli standard previsti, ma rientreranno nei parametri dichiarati dalla casa costruttrice quando le componenti meccaniche si saranno integrate al meglio.

 Perché fare il rodaggio auto

 Nonostante spesso si dica che le macchine moderne non abbiano più bisogno di essere sottoposte al rodaggio, il suggerimento resta di non cambiare questa buona abitudine e di prestare attenzione durante le prime migliaia di km percorsi dopo l’acquisto, senza tirare troppo le marce, non esagerando con l’acceleratore.

Si potrà così ottenere maggiore affidabilità della meccanica, ridurre eventuali perdite di potenza, ottimizzare i consumi e in generale mantenere buone le prestazioni della macchina nel corso degli anni.

La tecnologia moderna applicata alle auto ha permesso di compiere enormi progressi in termini di efficienza e sicurezza. È altrettanto vero, però, che il rodaggio resta una procedura consigliata per preservare le prestazioni nel tempo.

Grazie a questa pratica di usura controllata le superfici meccaniche vengono a contatto nel momento dell’accensione e della circolazione facilitandone la perfetta integrazione. All’inizio infatti l’attrito tra le superfici può essere consistente provocando l’aumento della temperatura e i relativi consumi di olio e di carburante. Tutti effetti che nel corso del tempo si ridurranno e si assesteranno anche grazie ad un periodo di rodaggio completato correttamente.

Per preservare al meglio la macchina dall’usura oltre al rodaggio è opportuno eseguire il tagliando dal meccanico specializzato (è utile avere un libretto dove annotare tutti quelli effettuati) e le revisioni previste dalla casa costruttrice e dalla normativa vigente, recandosi in un’officina autorizzata che dispone degli strumenti per un controllo generale della vettura.

Tempo ben speso per il funzionamento ottimale della vostra auto sapendo di viaggiare sicuri senza guasti imprevisti.

Scopri subito quanto puoi risparmiare sulla polizza auto: è veloce e senza impegno

Condividi
Share on FacebookTweet about this on Twitter

Curiosità


Ci trovi anche su
Linear Assicurazioni, società di Unipol Gruppo Finanziario S.p.A., P.IVA 04260280377