Adas auto: le novità 2020 sui sistemi avanzati di assistenza alla guida

1 Ott , 2020  

Una panoramica dei sistemi che supportano il guidatore di un’auto in situazioni di pericolo, per limitare le possibilità di collisioni con persone o altri veicoli, e aumentare la sicurezza stradale.

 Con la sigla ADAS auto si identificano tutti i dispositivi installati sull’automobile per incrementare i livelli di sicurezza. Moderne tecnologie di guida assistita che aiutano i conducenti e migliorano la sicurezza attiva e passiva. Alcuni di questi sistemi sono obbligatori già da quest’anno, per gli altri la misura scatterà nel 2022. Vediamo di cosa si tratta.

Adas: definizione
Sistemi di sicurezza per ridurre gli incidenti e fornire supporto al conducente

Adas: quali sono i sistemi di assistenza
Componenti per controllare strade, segnaletica, velocità, pioggia e altri veicoli in circolazione

Adas: come funzionano
Una strumentazione che si attiva autonomamente, con spie luminose e sonore sul cruscotto

Adas: i vantaggi
Tecnologie “salva vita”, che migliorano la circolazione stradale, il comfort di viaggio e la sicurezza


Adas: definizione

La sigla Adas, acronimo di Advanced Driver Assistance Systems indica i sistemi di assistenza alla guida. Si tratta di innovativi dispositivi tecnologicamente molto avanzati, progettati per garantire maggiore sicurezza attiva e passiva, proteggendo non solo i conducenti e i passeggeri, ma anche gli utenti più deboli della strada come pedoni e ciclisti.

L’elenco di questi dispositivi è molto ampio e sono obbligatori nei veicoli di nuova omologazione, ormai diffusi anche fra citycar e utilitarie, perciò ne sentirete parlare sempre più spesso soprattutto quando acquisterete una nuova automobile.

Adas: quali sono i sistemi di assistenza

Le auto con Adas saranno lo standard obbligatorio a partire dal 2022, tuttavia alcuni sistemi sono già disponibili di serie su alcune vetture dall’anno 2020, con costi accessibili. I dispositivi sono installati sulle vetture di nuova omologazione con tutti i tipi di motori e alimentazione, per ridurre al minimo i rischi di incidente.

Tutte le auto, furgoni, truck e bus devono essere equipaggiati con sistemi ADAS specifici come i sensori per la pioggia, il sensore crepuscolare, il cruise control adattivo, il freno automatico d’emergenza, il riconoscimento automatico dei segnali, i sensori di parcheggio, l’avviso di cambio di corsia. Nel prossimo futuro se ne aggiungeranno altri come la “scatola nera” e il monitoraggio della pressione degli pneumatici. Vediamo un elenco dei sistemi elettronici Adas più diffusi nel mercato e le rispettive funzioni.

Sensori di pioggia

I sensori per la pioggia vengono installati nella parte finale interna del parabrezza per non compromettere la visibilità, e quando rilevano una precipitazione di pioggia automaticamente attivano i tergicristalli. In tal modo si pone rimedio anche alla breve ed episodica distrazione del guidatore che deve azionare manualmente la leva.

Sensori crepuscolari

Il rilevatore optoelettronico capta mediante un vetro filtrante le diverse lunghezze d’onda delle radiazioni luminose, per valutare la differenza tra luce naturale e luce artificiale, e di conseguenza regola l’accensione o lo spegnimento dei fari della vettura.

Cruise control adattivo

Il cruise control adattivo (ACC) permette il controllo della velocità in relazione alle condizioni del traffico e della distanza di sicurezza da mantenere con altri veicoli. Una serie di sensori integrati tra loro che operano in sincronia per garantire un’andatura adeguata ad ogni situazione.

Frenata automatica di emergenza (AEB)

Tra le tecnologie Adas più importanti per la guida assistita in sicurezza abbiamo a disposizione il sistema per la frenata automatica di emergenza, (AEB): grazie ad alcuni sensori il veicolo è in grado di rilevare la distanza con i pedoni, ciclisti e automobili e impostare la frenata, agendo come un dispositivo anticollisione. Ogni AEB prevede una velocità massima di attivazione con un valore minimo di 50 Km/h.

Riconoscimento della segnaletica stradale

Attraverso l’installazione di telecamere che monitorano la strada, collegate direttamente con il software di bordo, la vettura riconosce la segnaletica stradale anche in caso di pioggia o scarsa visibilità. La macchina autonomamente rileva i limiti di velocità, eventuali lavori in corso e qualsiasi altro tipo di indicazione.

Mantenimento della corsia di marcia

Quando si percorre un lungo tratto stradale rettilineo, specialmente in autostrada, è facile distrarsi col rischio di andare fuori dalla carreggiata. Per evitare questa evenienza ci sono i sistemi Adas Lane Keeping System per il mantenimento della corsia, in grado di assicurare che la vettura rimanga dentro le linee della carreggiata, anche in presenza di curve strette. Una condizione fondamentale è che la segnaletica orizzontale sull’asfalto sia ben visibile, altrimenti la telecamera non riuscirà a identificare i punti entro cui azionare i dispositivi di allerta e mantenere la traiettoria.

Rilevatore della stanchezza

Il rilevamento del livello di stanchezza del conducente detto anche Attention Assist è una delle componenti Adas più sofisticate e attualmente installate solo sulle vetture di alta gamma. Tramite un sistema tecnologicamente evolutissimo di sensori e telecamere nell’abitacolo, viene effettuato il monitoraggio del livello di attenzione del guidatore, intervenendo in caso di bisogno con avvisi sonori. In assenza di una risposta vengono attivate delle procedure alternative, come il controllo del veicolo da parte del computer di bordo.

Sensori di parcheggio

Si tratta di dispositivi che orientano la visuale degli spazi tramite gli ultrasuoni che fanno eco sugli ostacoli vicini. In base all’intervallo di tempo che queste impiegano a tornare indietro, determinano l’effettivo spazio che intercorre tra vettura e ostacolo. Sono particolarmente utili per le manovre in retromarcia.

Monitoraggio degli angoli ciechi

Un problema piuttosto comune durante la guida sono quelle zone visuali coperte da elementi strutturali, come i montanti dell’auto. I nuovi Adas Blind Spot Assist per risolvere questo problema presentano telecamere e sensori per scoprire eventuali pericoli nel vostro raggio di azione, avvisando il conducente. Se cambiate direzione e il sistema Adas prevede una potenziale collisione, il conducente viene immediatamente avvertito tramite segnali acustici e vibrazione sul volante.

Adas: come funzionano

I sistemi Adas sono utilissimi perché migliorano la sicurezza al volante e si attivano autonomamente. Il loro protocollo prevede l’installazione di un computer di bordo sulla vettura, con un software progettato per assistere il guidatore in varie situazioni critiche, o di emergenza, come la fase di frenata, il mantenimento della corsia in sicurezza e l’adeguamento automatico della velocità.

Si tratta di tecnologie che permettono in mobilità di monitorare l’ambiente circostante grazie a sensori, radar e telecamere, ed effettuare alcune operazioni come frenare, rallentare automaticamente e controllare lo sterzo. Gli Adas sono collegati a spie visibili sul cruscotto nel momento della loro attivazione.

Tutti i modelli Adas installati dalle case automobilistiche necessitano di manutenzione che viene effettuata in officina durante i tagliandi, con strumentazioni apposite per raccogliere i dati, effettuare i test di affidabilità e provvedere alle riparazioni.

Adas: i vantaggi

La sicurezza e la riduzione degli incidenti stradali sono gli obiettivi principali delle tecnologie Adas, che rappresentano l’evoluzione dei prime funzionalità progettate per la sicurezza stradale, come gli ABS e il controllo della trazione ESP.

Tra le ragioni più frequenti degli incidenti troviamo al primo posto la distrazione, soprattutto causata dall’uso del cellulare durante la guida, al secondo la mancata precedenza e al terzo l’elevata velocità. La guida autonoma delle vetture è in corso di sviluppo ma ancora sembra lontana dal divenire realtà concreta alla portata di tutti gli automobilisti, perciò è necessario prestare la massima attenzione quando ci si mette alla guida.

Grazie all’introduzione obbligatori di questi dispositivi si cerca di intervenire direttamente in modo efficace contro tutte queste potenziali minacce di pericolo.

 

Scopri subito quanto puoi risparmiare sulla polizza auto: è veloce e senza impegno

Curiosità


Ci trovi anche su
Linear Assicurazioni, società di Unipol Gruppo Finanziario S.p.A., P.IVA 04260280377