Bonus mobilità 2022: come ottenerlo

13 Mag , 2022  

Il credito d’imposta previsto per chi ha sostenuto spese per mezzi e servizi di mobilità a zero emissioni, rottamando un vecchio veicolo. C’è tempo fino al 13 maggio.


Entro il 13 maggio è possibile richiedere il bonus mobilità 2022 previsto nel Decreto Rilancio, l’incentivo di 750,00 euro che premia chi ha scelto la mobilità green. Possono usufruirne tutti coloro che hanno acquistato biciclette, sia nuove che usate, monopattini elettrici e abbonamenti ai servizi di mobilità sostenibile, tra agosto e dicembre 2020 e hanno rottamato un veicolo inquinante. Vediamo i requisiti necessari per richiedere il bonus, e la modalità di fruizione.


Detrazione fiscale che favorisce la sostenibilità ambientale e i mezzi non inquinanti

Tempistiche e giorni di scadenza al termine per richiedere l’agevolazione

Cos’è il bonus mobilità?

Il bonus mobilità è un’agevolazione che favorisce la mobilità sostenibile e la riduzione dell’inquinamento; nello specifico si può richiedere per l’acquisto di monopattini elettrici, biciclette a pedalata assistita o tradizionali, sia nuove che usate, handbike, abbonamenti al trasporto con mezzi pubblici, servizi di mobilità elettrica in condivisione (car sharing mobility) per ridurre le emissioni di Co2 delle automobili e l’inquinamento atmosferico, attraverso incentivi dedicati.

Non si tratta di una richiesta di rimborso da richiedere presso i rivenditori, ma di una domanda da presentare per un credito di imposta di un importo massimo di 750,00 euro, da utilizzare esclusivamente nella dichiarazione dei redditi, in diminuzione delle imposte dovute, e utilizzabile non oltre il periodo d’imposta 2022.

Si applica solamente alle spese effettuate nel periodo che va dal primo agosto, al 31 dicembre 2020, e il bonus non potrà essere utilizzato per nuovi acquisti.

Una misura che contiene un messaggio molto chiaro: se il tuo mezzo di trasporto inquina, è ora di cambiarlo; puoi ottenere uno sconto messo a disposizione dal Ministero dell’Ambiente.

Come richiedere il bonus

Il credito d’imposta è utilizzabile esclusivamente nella dichiarazione dei redditi in diminuzione delle imposte dovute, e può essere fruito non oltre il periodo d’imposta 2022. Il diritto all’agevolazione spetta alle persone fisiche, entro 10 giorni dalla scadenza del termine di presentazione dell’istanza sarà resa nota la percentuale di credito d’imposta spettante a ciascun richiedente.

Il Governo ha fissato un tetto di 5 milioni di euro, per poter accedere all’agevolazione bisogna aver consegnato per la rottamazione un veicolo di categoria M1. Allo stesso tempo, bisogna aver acquistato un veicolo, anche usato, con emissioni di Co2 comprese tra 0 e 110 g/km.

Per ottenere il bonus mobilità entro i limiti della misura massima, occorrerà comunicare all’Agenzia delle Entrate, entro il 13 maggio 2022, l’ammontare delle spese sostenute e il credito d’imposta richiesto. Il modello dovrà essere trasmesso tramite la piattaforma dedicata nell’area riservata del sito web dell’Agenza delle Entrate (l’autenticazione può essere effettuata con SPID, CIE, CNS e credenziali).

La richiesta può essere inviata esclusivamente utilizzando i canali telematici direttamente dal contribuente, oppure avvalendosi di un intermediario autorizzato. A seguito della presentazione della domanda, è rilasciata entro 5 giorni una ricevuta che ne attesta la presa in carico, o l’eventuale rifiuto con le relative motivazioni.

Essendoci un tetto ai fondi stanziati di 5 milioni, l’ammontare del credito d’imposta spettante ai singoli richiedenti dipenderà dal numero di richieste.

Ai fini del rispetto del limite complessivo di spesa pari a 5 milioni di euro per l’anno 2020, con provvedimento definito dall’Agenzia delle Entrate da pubblicare entro 10 giorni dalla scadenza del termine della domanda da presentare, è comunicata la percentuale del credito d’imposta spettante a ciascun soggetto.

Se le richieste non supereranno il limite di spesa dei 5 milioni, sarà riconosciuto il 100% ai beneficiari del bonus.

Scopri subito quanto puoi risparmiare sulla polizza auto: è veloce e senza impegno

Leggi e normative


Ci trovi anche su
Linear Assicurazioni, società di Unipol Gruppo Finanziario S.p.A., P.IVA 04260280377