Cambio automatico: come funziona e come si usa

5 Gen , 2022  

Le auto con trasmissione automatica sono comode, riducono la fatica, muoversi è facile, ma i costi si alzano e la guida è meno divertente.

Il cambio automatico negli autoveicoli provvede automaticamente a variare il rapporto di trasmissione, senza la necessità dell’intervento del guidatore. Consente una guida molto comoda, fluida e sicura, sebbene comporti un costo della vettura solitamente superiore a quelle di pari livello, dotate di cambio manuale.

Il primo cambio automatico è stato brevettato in Italia nel 1931, ma solo negli ultimi anni ha conosciuto un’ampia diffusione tra gli automobilisti, su tutti i modelli, dalle piccole city car fino ai SUV e ai veicoli commerciali. Vediamo come funziona, in cosa si distingue da quello manuale e alcuni consigli utili per aiutarvi a scegliere la vettura più adatta al vostro stile di guida.

Come funziona il cambio automatico

Non dovete preoccuparvi del cambio di marcia, tutto avviene automaticamente in modo fluido

Come si usa il cambio automatico

Non c’è la frizione, i rapporti e il freno motore si regolano in funzione della strada

Differenze tra cambio automatico e cambio manuale

I più diffusi sono i convertitori di coppia e quelli a variazione. Ma i cambi manuali sono più semplici

Vantaggi e svantaggi del cambio automatico

Comodo e sicuro, i motori si sforzano meno, ma la cambiata manuale è più divertente

Come funziona il cambio automatico

Il cambio automatico è una trasmissione in grado di selezionare autonomamente i rapporti del veicolo, senza che il guidatore debba intervenire direttamente, se non inizialmente per avviare la marcia. In passato questa tecnologia era vista con diffidenza, ma oggi è diffusa su tantissimi modelli di auto di tutte le cilindrate. In pratica con il cambio automatico non dovete più occuparvi di cambiare le marce, a seconda delle condizioni della strada e della velocità. Dovrete solo mettere in moto la macchina, alzare il piede dal pedale del freno, disinnescare la modalità “parking”, per essere nella condizione di guidare con entrambe le mani sul volante, gestendo solo l’erogazione del gas. La frizione automatica invece di attendere la pressione sul pedale, si aziona direttamente mediante l’uso dell’acceleratore. L’automobilista che sceglie un’auto con questa tecnologia dovrà quindi guidare utilizzando esclusivamente il piede destro per accelerare e frenare, mentre potrà far riposare il sinistro.  

Le auto con cambio automatico offrono una garanzia di comfort di guida maggiore rispetto a quelle con cambio manuale, vista l’assenza del pedale della frizione, soprattutto nei viaggi lunghi o nei tragitti che prevendono numerose scalate di marce.

Come si usa il cambio automatico

Se disponete di una vettura con cambio automatico, le marce vengono innestate in autonomia, la scalata è elettronica, perciò i pedali sono soltanto il freno e l’acceleratore, in quanto la frizione che solitamente si attiva col piede sinistro sul pedale, non ha più alcuna utilità.

La leva del cambio automatico si trova alla destra del conducente, oppure nella parte destra del piantone dello sterzo. Sul cambio sono segnate le lettere P che indica la modalità “parking” e trasmissione bloccata, ed è innescata solo a vettura ferma (ad esempio in un parcheggio, esattamente come il freno a mano), D gestione automatica, N folle, R retromarcia.

Per azionare le marce, se i selettori sono sul volante, bisogna tirare la leva verso di sé e spostarla in basso; se i selettori sono di fianco al sedile, è necessario schiacciare il pulsante che sblocca la leva e spostarla nella posizione desiderata.

Per partire basta tenere il piede sul pedale del freno e mettere il cambio in posizione D, lasciando andare poi gradualmente il pedale. Non si deve mai inserire modalità P o R se l’auto è in movimento, e il motore va avviato in modalità P o N. Durante una sosta bisogna inserire la modalità N e tirare il freno di sicurezza. Nelle discese ripide non si deve posizionare il cambio in modalità N.

Anche le automobili a noleggio sono sempre più spesso dotate del cambio automatico, e nel mercato dell’usato si trovano diverse offerte per queste categorie di vetture, comprese le auto elettriche e ibride.

Per guidare un’automobile con il cambio automatico non sono necessarie modifiche nella patente.

Differenze tra cambio automatico e cambio manuale

Si parla spesso della differenza tra il cambio automatico e quello manuale, soprattutto da quando si sono ampiamente diffusi questi sistemi di gestione delle marce estremamente avanzati. Le auto con il cambio automatico sono molto richieste poiché offrono un eccellente comfort di guida, ma prevedono costi elevati per la manutenzione e le riparazioni. Al contrario, le macchine con cambio manuale sono più economiche, garantendo anche un controllo maggiore sul veicolo.

Il meccanismo del cambio automatico funziona con una tecnologia relativamente nuova, diffusa tra il grande pubblico negli ultimi 30 anni. Il funzionamento è simile alla versione tradizionale, le marce non vengono gestite dal guidatore ma da un sistema elettronico, in base al numero di giri del motore e alla configurazione stabilita dal produttore.

I cambi più diffusi sono i convertitori di coppia e quelli a variazione continua: il primo utilizza delle componenti idrauliche che consentono di trasferire la potenza dal motore alle ruote motrici, tramite delle apposite valvole, azionate da circuiti con olio a pressione. Il secondo sfrutta una serie di pulegge e cinghie che assicurano un buon risparmio di carburante, cambiando le marce nel momento ottimale.

I cambi automatici più moderni sono quello robotizzato e a doppia frizione che garantiscono una cambiata estremamente rapida, attraverso l’utilizzo del selettore sul volante.

La tipologia di cambio manuale, invece, funziona attraverso l’innesto della frizione che libera il gruppo delle pulegge, basta impostare la marcia desiderata e rilasciare la frizione, per trasmettere la potenza del motore alle ruote con un rapporto di trasmissione adeguato alla velocità.

Le marce del cambio manuale sono solitamente 5, ma in alcuni modelli di autovetture possono essere 7 consentendo una gestione più efficiente dei consumi, specialmente alle alte velocità.

Vantaggi e svantaggi del cambio automatico

La scelta tra cambio automatico o manuale va fatta in base all’utilizzo che si fa dell’automobile e dallo stile di guida personale di ogni guidatore; ad esempio chi predilige la guida sportiva preferisce un’auto dotata di cambio manuale per avere un controllo totale della gestione delle marce e del freno motore.

In media un cambio automatico può far aumentare il prezzo di acquisto, ma se utilizzate l’auto prevalentemente in città, il comfort di guida è considerevole e i vantaggi sono numerosi: l’automobile non si spegnerà mai accidentalmente, non si dovranno usare le marce, la guida è molto comoda e sicura e ci si stanca molto meno rispetto all’utilizzo delle macchine con cambio manuale. Il cambio automatico facilita la partenza in salita, non rischierete mai di rompere la frizione e l’usura degli pneumatici è graduale. Un altro importante vantaggio riguarda la riduzione del consumo di carburante, fino al 10%.

Il cambio manuale è facile da utilizzare, non incide sul prezzo di acquisto del veicolo, non richiede una manutenzione particolarmente complessa e garantisce un controllo sulla vettura completo, soprattutto nelle situazioni di emergenza. Specialmente per gli appassionati, le guide tradizionali con il cambio manuale sono più divertenti, facendo sentire un pieno controllo sulla vettura.

Al contrario, tra gli svantaggi del cambio manuale ci sono i consumi, poiché è difficilissimo cambiare le marce sempre nel momento giusto, ottimizzando la velocità e lo sforzo del veicolo, come invece avviene con il cambio automatico. Allo stesso modo questi sistemi di gestione non sono confortevoli in città, poiché nel traffico cittadino obbligano a spingere e rilasciare la frizione in continuazione, causando un appesantimento del piede sinistro e dei muscoli della gamba.

Scopri subito quanto puoi risparmiare sulla polizza auto: è veloce e senza impegno

Curiosità


Ci trovi anche su
Linear Assicurazioni, società di Unipol Gruppo Finanziario S.p.A., P.IVA 04260280377