Come si legge la patente

26 Giu , 2020  

Da alcuni anni è scomparso il vecchio formato cartaceo della patente di guida a sei facciate, sostituito dal tesserino plastificato in dimensioni ridotte. Vediamo cosa contiene e come leggerlo.

Tutti gli Stati membri dell’Unione Europea si sono dovuti attenere, in tema di patenti di guida, alle nuove disposizioni. Saper leggere la patente è un‘operazione importante che spesso sottovalutiamo; vi sono diversi elementi che ci consentono di sapere quando e da chi è stata rilasciata, la sua scadenza per rinnovarla in tempo, alcuni codici speciali e tanto altro. Tutte informazioni semplici da trovare perché indicate da appositi numeri. Vediamo cosa contiene la patente e come leggerla correttamente.

La classificazione dei dati nel nuovo formato della patente di guida europea

La card contiene una serie di voci numeriche che indicano informazioni di base indispensabili

I codici indicano le limitazioni e restrizioni associate al nome del conducente


Come si legge la patente di guida

Dal 2013, con l’entrata in vigore della terza direttiva EU è stata introdotta la patente di guida europea, è stato definitivamente abbandonato  il vecchio formato cartaceo. Ci si è adeguati al modello europeo e la patente di guida ha preso le forme di una tesserina rigida plastificata, con l’immagine in formato fototessera in bianco e nero, grande una carta di credito (formato card), stampato con tecnologia laser per rendere difficile ogni tipo di falsificazione. La rigidità del documento lo rende meno suscettibile al logorio nel corso dei dieci anni successivi alla sua emissione.

Nella licenza di guida sono indicati numerosi elementi per sapere quando e da chi è stata rilasciata, la scadenza per rinnovarla e altre informazioni indispensabili per guidare. Un nuovo formato più sicuro che allontana il rischio della frode. Vediamo come individuare gli elementi chiave del nostro permesso di guida, a cominciare dal numero della patente.

La legenda della patente di guida

Le patenti che consentono la circolazione in strada con il vostro veicolo o motoveicolo, di varie potenze e cilindrate, con diverse tonnellate di peso adibiti al trasporto di merci e passeggeri, hanno tutte lo stesso aspetto e in entrambe i lati, frontale e posteriore, sono stampate delle sigle e numerazioni associate a tutti i dati. La documentazione necessaria per ottenere la patente, e le informazioni in esse contenute, è la stessa per chiunque, compresi i neopatentati.

1 Cognome del titolare

2 Nome del titolare

3 Data e luogo di nascita del titolare

4a. Data del rilascio

4b. Data di scadenza

4c. Sigla dell’ufficio di rilascio del documento, cui segue il codice dell’Ufficio competente, Questura o Motorizzazione)

5 Numero della patente che solitamente si usa per compilare i moduli, ottenere macchine a noleggio o per conoscere il saldo dei punti ancora presente sulla propria licenza. Si tratta di una stringa alfanumerica che deve essere fornita in caso di incidente e di compilazione del CID.

Il dato 6 non è riportato sulla patente e corrisponde alla foto

7 Firma del titolare

8 Indica la residenza per le patenti in vigore prima della normativa europea (prima del 2013)

9 Categoria (patente A, patente B, patente C e altre categorie) che abilita l’automobilista a guidare uno o più tipi di veicoli

Le indicazioni sul retro della patente di guida

Sul retro è indicata una tabella contenente tutte le categorie di patenti, dalla AM, alla DE, per un totale di 15 sigle. Ci sono anche delle colonne numerate, da 9 a 13, che riportano la data del primo rilascio, ossia valida dal… (casellina numero 10), quella di scadenza, ossia valida fino al… (casellina numero 11), oltre ad alcune indicazioni supplementari in forma codificata come le modifiche del veicolo e particolari condizioni del conducente (casellina numero 12). Se ad esempio si ha l’obbligo di indossare gli occhiali o apparecchi acustici, se si hanno protesi o se si può condurre il veicolo solo durante le ore di luce, ognuno di questi casi è contrassegnato da uno specifico codice. È la Commissione medica locale, in sede di accertamento sanitario per il rilascio e la conferma di validità della patente che può imporre un eventuale codice unionale armonizzato.
Lo spazio numero 13, in alto a sinistra, è riservato all’eventuale iscrizione da parte dello Stato membro ospitante, delle indicazioni indispensabili alla gestione della patente (solo per le patenti emesse a partire dal Gennaio 2013). I due riquadri in alto a sinistra erano utilizzati prima della patente europea per apporre eventuali contrassegni adesivi con i cambiamenti di residenza e i rinnovi.

Non c’è la colonna numero 8 che nella vecchia versione della patente era riservato all’indirizzo di residenza del titolare; si è infatti preferito tralasciare questo campo per evitare l’insorgere di problemi per la compresenza in Italia, per alcuni anni, del vecchio e del nuovo modello europeo di patente; il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti ha recepito la normativa che abolisce il talloncino adesivo da applicare in caso di rinnovo o di cambio residenza, perciò quando si deve rinnovare la licenza di circolazione di guida, viene rilasciata nel nuovo formato tessera, con i dati aggiornati, ma priva della residenza, per contrastare i tentativi di falsificazioni.

Tutte le eventuali restrizioni sono indicate nella card da esibire durante un controllo della polizia.

Curiosità


Ci trovi anche su
Linear Assicurazioni, società di Unipol Gruppo Finanziario S.p.A., P.IVA 04260280377